Sezioni

Mediateca Comunale "Gualtiero Giamagli"

Mediateca Comunale "Gualtiero Giamagli"La Mediateca Comunale Gualtiero Giamagli nasce il 27 febbraio 1991 sotto forma di Associazione culturale senza scopo di lucro tra un gruppo di cittadini e l’Amministrazione Comunale con l’intento di coagulare attorno all’idea della promozione sociale l’utilizzazione, la diffusione e la valorizzazione dei mass-media come mezzi per la conservazione, la promozione, e la gestione del patrimonio culturale cittadino.

La Mediateca Comunale di Polverigi è ormai nota più a livello regionale e nazionale che nel nostro paese. Lo è per le sue caratteristiche originali, uniche nel panorama italiano nella ricerca, raccolta, e conservazione di documenti (scritti, immagini, libri, articoli, fotografie, registrazioni sonore, filmate, digitali e quant’altro) che fotografano e registrano la storia e la vita socioculturale del nostro Comune e dei suoi cittadini. L’avere tra di noi una struttura in grado di incuriosire tutti fa si che almeno una volta un nostro concittadino dovrebbe farci visita per vedere e capire chi siamo, che facciamo e cosa vogliamo.
A partire dallo storico dell’arte tedesco Timo Strauch, che ventidue anni fa passò a Polverigi due giorni per studiare un quadro della chiesa del Sacramento, sempre più spesso la Mediateca viene interpellata da ricercatori e studiosi (due negli ultimi 15 giorni) per avere notizie su una ricerca da fare nel registro delle Anime della nostra parrocchia (l’anagrafe dello stato della chiesa) su persone vissute a Polverigi nel 1833, oppure sullo stile degli abiti di inizio novecento. Questa originalità è stata studiata anche da diversi ospiti (studiosi e dirigenti di altre realtà culturali del territorio) che ci hanno fatto visita e ne hanno apprezzato lo sviluppo prendendola a modello per una loro rielaborazione.

Per questi motivi, non riusciamo a renderci conto del perché di una assenza e il disinteresse molto molto marcati di rapporto con concittadini di recente insediamento, quelli cioè destinati a rappresentare la continuità temporale del nostro Comune, i quali semplicemente ignorano la nostra struttura e probabilmente non sanno cosa sia e a che cosa serva. Ecco allora che attraverso questo spazio vogliamo spiegare brevemente chi siamo, cosa facciamo e perché esistiamo.

Dopo il ritrovamento nel 1983, di un fondo fotografico su Polverigi che descrive, attraverso 750 immagini, circa quarant’anni di vita della nostra comunità (1894/5-1933), la sua realtà, la sua vita, le sue attività, i suoi abitanti, gli edifici e gli avvenimenti, in accordo con il Comune abbiamo deciso di formare una associazione da dedicare alla ripresa di quelle attività per poter ricordare e rendere disponibili a tutti, notizie e atti di vita della nostra cittadinanza. Così, dopo aver fondato la Mediateca, abbiamo iniziato a raccogliere documenti che ben presto si sono trasformati in collezioni di (tanti) documenti ricevuti e donati da cittadini, (scritti, libri, articoli, fotografie, filmati, manifesti, mostre, e quant’altro) che hanno richiesto, per la loro conservazione, prima due locali poi un intero piano della nostra sede e infine un magazzino di oltre 100 mq dove li conserviamo assieme a attrezzature, e tutti dedicati esclusivamente a Polverigi.

Infine, la nostra attività, in quasi 28 anni si è tradotta in: 8 convegni, 51 mostre, 91 tra conferenze e manifestazioni culturali, 6 corsi, 44 collaborazioni con enti vari locali, regionali, nazionali e internazionali, 23 pubblicazioni di cui diverse esaurite, 42 viaggi sociali di cui 10 internazionali, 38 tra fondi, archivi, biblioteche, 1 emeroteca con 10 fondi, 1 Archivio cinema con 82 film storici Cinesi (il più grande esistente in Europa), una videoteca con tantissimi nastri, dischi e cd-rom e 8 opere d’arte di cui 1 una del 1400 unica al mondo.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/02/26 01:12:22 GMT+2 ultima modifica 2018-09-27T18:47:46+02:00

Valuta questo sito