Patrimonio artistico di Polverigi

deposizione nel sepolcro di Ercole Ramazzani

Crocifissione

Molte opere, per lo più pittoriche, distribuite su sei secoli e distribuite in quattro siti, fanno parte del patrimonio artistico di Polverigi.
Nella sala consiliare del Comune si trova un affresco della metà del XV secolo di Giovanni Antonio da Pesaro che rappresenta una singolarissima Crocifissione, le cui caratteristiche sono uniche nell’Italia peninsulare (foto 1).
Nella Chiesa Parrocchiale se ne trovano 10 di cui la migliore è una deposizione nel sepolcro di Ercole Ramazzani ottimo pittore marchigiano post conciliare allievo di Lorenzo Lotto (foto 2).
Vi sono poi un dipinto di Ernst Van Schaych, una pala d’altare di Giuseppe Cherubini, una tempera di Giuseppe Caprari, quattro tele anonime di buona fattura ed un Crocifisso Processionale. Infine verrà esposto tra poco il disegno preparatorio della Deposizione acquisito al patrimonio artistico cittadino dalla Mediateca Giamagli.
deposizione nel sepolcro di Ercole Ramazzani

Deposizione nel sepolcro di Ercole Ramazzani

Il terzo sito, quello ricco di ben 16 opere, è quello della Chiesa del SS: Sacramento.
Vi si trovano, dipinti di Giuliano Presutti, Antonio Liberi da Faenza, Ernst van Schaych, Domenico Simonetti, Domenico Peruzzini, Francesco Podesti, Giuseppe Caprari, una tavola di scuola del Barocci, un affresco del xv sec. 2 tele anonime, un paliotto del Paltrinieri ed un organo ligneo di Venanzio Fedeli. La chiesa è inoltre ricca di un impianto decorativo in arte povera composto da tre strati di affreschi sovrapposti.
Infine, il quarto sito si trova nella Chiesa di San Giuseppe di Rustico ed è composto da tre buone tele di maniera e barocche di autori anonimi.